Donna in abbigliamento casual con una lunga e morbida treccia laterale bionda
Hairstyling | Trecce

Trecce e acconciature intrecciate

 

Ancora una volta le trecce sono le protagoniste delle nostre acconciature preferite. Le trecce elaborate sono adatte a qualsiasi circostanza. Poco importa se classiche o casual, sono sempre graziose. Scopri i vari tipi di trecce e come realizzarle.

 

La treccia, oltre ad avere un risultato estetico sorprendente, non è così difficile da realizzare, e puoi scegliere tra tantissime alternative: morbide, laterali, singole o doppie. Inoltre puoi impreziosire la tua treccia con dei fermacapelli o altri accessori per capelli. A seconda dell’occasione e del tempo che hai a disposizione, ti proponiamo diversi tipi di trecce per capelli, idee a cui ispirarsi per realizzare il tuo stile personalizzato.

La treccia singola classica

Giovane donna sotto la neve in abbigliamento invernale, con treccia laterale bionda e azzurra.
© Shutterstok / BigLike Images

Semplice da realizzare, adatta anche per la routine quotidiana, questa treccia è sicuramente la più gettonata. Per creare questa acconciatura intrecciata, basta dividere i capelli in tre ciocche principali sul retro della nuca e, lasciando fissa la ciocca centrale, alternare le due ciocche laterali sopra quella centrale. Infine, basta chiudere con un bell’elastico, magari con un fiocco, e il gioco è fatto. Naturalmente la puoi impreziosire con gioielli per capelli, fiocchi spiritosi o abbinarla a un colore insolito come i capelli azzurri. La treccia singola classica può anche essere fatta lateralmente anziché al centro. La treccia laterale, adatta sia ai capelli corti che a quelli lunghi, è infatti una variante di quella classica, si realizza quasi allo stesso modo, e quale preferire è davvero solo una questione di gusti. Sicuramente quella laterale risulta leggermente più casual e disinvolta. Per realizzarla, si procede allo stesso modo della treccia classica, soltanto si parte da una coda realizzata di lato, in genere all’altezza delle tempie.

 

Consiglio: affinché la treccia resista più a lungo, ti consigliamo di utilizzare uno spray texturizzante, come got2b Beach Babe Spray Salino Texturizzante.

La treccia a spina di pesce

Ragazza di spalle con treccia a spina di pesce bionda
© Getty Images / Helen Cooper / EyeEm

La treccia a spina di pesce è una variante interessante della treccia classica. L’effetto risulta particolarmente intarsiato, soprattutto se associato a ciocche più chiare, ad esempio con un balayage. Per realizzarla, anche qui, ti serve soltanto un elastico.

 

Ecco come fare la treccia a spina di pesce: innanzitutto lega i capelli con un elastico in una coda alta, ma ovviamente puoi anche farlo con una coda bassa. Dopodiché dividi la coda risultante in due parti anziché in tre. Ti basta prendere la parte esterna di una ciocca e portarla all’altra ciocca, facendola passare da sopra. Stessa cosa, alternando, con la seconda ciocca. Basta arrivare in fondo e il gioco è fatto! Non ti resta che fissare l’estremità della treccia con un elastico e tagliare l’elastico iniziale posto in cima alla coda ed eccoti pronta.

 

Consiglio: questo tipo di treccia per capelli è molto bella anche morbida (effetto che puoi ottenere aprendola con le dita) e sta benissimo anche laterale.

La treccia boho

Donna di spalle con trecce laterali bionde alla francese che confluiscono in una treccia centrale a spina di pesce
© Shutterstock / Alexandra Dikaia

La treccia è sicuramente un classico, ma questo non significa che non lasci spazio alla sperimentazione! Le possibilità sono davvero infinite. Ti proponiamo ad esempio una treccia boho (boho sta per bohemian), con riferimento appunto alla creatività dell’acconciatura. Ad esempio qui due trecce laterali morbide alla francese confluiscono in un’unica treccia centrale, anch’essa morbida, a spina di pesce. Puoi sempre ulteriormente impreziosire la tua acconciatura intrecciata con fiori o gioielli per capelli. 

 

Come fare la treccia boho: le due trecce laterali, che partono già dalla fronte, sono realizzate come trecce francesi, lasciate morbide. Le ciocche vanno aggiunte dalla parte interna della testa, in modo da farle lentamente confluire verso il centro all’altezza della nuca. A questo punto le lunghezze avanzate dalle due trecce laterali vanno a confluire nell’unica treccia a spina di pesce centrale.

 

Consiglio: questa è un’acconciatura senz’altro più faticosa da realizzare, che ha bisogno di capelli estremamente puliti e di prodotti di styling specifici per rimanere ben fissata. Ti consigliamo per questo la Lacca Tenuta Forte di Palette.

Trecce per capelli: possibilità infinite

Donna di spalle con acconciatura intrecciata molto morbida e voluminosa, impreziosita da accessori floreali
© Shutterstock / Lia Koltyrina

Ovviamente queste acconciature intrecciate non sono le uniche possibili: possiamo intrecciare soltanto alcune ciocche sulle tempie per farle incontrare in una codina centrale o ancora realizzare una treccia a cascata, facendola scendere in diagonale e intrecciandola con diverse ciocche man mano che procede lateralmente. Si possono lasciare rigide o molto morbide, magari intrecciate con fiori, come nell’esempio accanto, soprattutto per cerimonie speciali.

 

Ancora, ti puoi sbizzarrire con delle boxer braids o con delle trecce olandesi.