Donna con codini e chunky highlights
Colorazione | Trend

Chunky highlights: un omaggio agli anni 90

 

Se pensi che i trend degli anni 90 siano definitivamente sepolti, ti sbagli! Abbiamo disseppellito dei tesori davvero particolari, che festeggiano ora un grandioso revival: parliamo dei chunky highlights. Probabilmente li ricorderai, si tratta di colpi di sole extra large, che non tentano in alcun modo di sembrare naturali. Ti mostriamo come attualizzare il trend dei chunky highlights.

 

Non c’è trend più tipicamente anni 90 dei chunky highlights. Con il volgere del nuovo millennio, però, questo stile era stato marchiato come definitivamente out. Hanno preso maggiormente piede metodi di colorazione come l’ombré e il balayage, che hanno un effetto più naturale. I chunky highlights (la parola chunky in inglese significa “a grandi pezzi”) vanno in direzione diametralmente opposta, sfoggiando riflessi su ciocche molto grandi, sottolineando anziché mascherando la differenza con il colore naturale. Questi fasci di luce hanno inoltre la caratteristica di far apparire la chioma più piena.

 

Ti stai chiedendo se questo trend faccia per te? I chunky highlights vanno bene per tutti i tipi di capelli, sia lunghi che corti. Il nostro abbinamento preferito per i chunky highlights è con un caschetto lungo ad angoli marcati, che evidenziano ancora di più i riflessi.

 

Chunky highlight: l’originale

I chunky highlights originali degli anni 90 avevano lo scopo esplicito di attirare l’attenzione. Perciò era importante che il contrasto con il resto della chioma fosse evidente e per ottenere questo effetto venivano colorate grosse ciocche dalla cima alle punte, mantenendo il colore omogeneo per tutta la lunghezza. Per esempio, se hai i capelli scuri, puoi ottenere un effetto chunky highlights tingendo grandi ciocche di biondo chiaro. Se invece i tuoi capelli sono biondi, basta tingere alcune ciocche di castano scuro o nero. I capelli rossi possono utilizzare l’una o l’altra variante, l’importante è che il colore si differenzi in modo vistoso dal colore di base dei capelli. Non possiamo negare che questa versione degli anni 90 sia piuttosto estrema. Se per te è troppo esagerata, abbiamo trovato delle interpretazioni più moderne dei chunky highlights da presentarti.

I chunky highlights in chiave moderna

Giovane donna con capelli scuri e ciocche anteriori bionde.
© EyeEm/jennirenarvaez

La versione corrente dei chunky highlights ricorda sempre molto il trend degli anni 90, ma con qualche variazione. Anche nella nuova interpretazione le ciocche decolorate non devono essere più sottili di due dita. La differenza consiste principalmente nel fatto che nella versione moderna i riflessi non partono direttamente dall’attaccatura dei capelli, per poi intensificarsi man mano che si procede nelle lunghezze. Quindi il colore non rimane più compatto dalla radice alle punte, evitando l’effetto “striscia”. Anche per quanto riguarda il colore in sé, non si utilizza più quel colore ottone, ma colori biondo chiaro, sfumature scure, nonché biscotto o caramello.

Un’altra interpretazione dello stile chunky highlights ricorda le acconciature punk o Goth. Qui i capelli, generalmente neri, vengono movimentati tingendo le due ciocche anteriori che incorniciano il viso con chunky highlights biondi.

Cura dei capelli per i chunky highlights

Il trend degli anni 90 prevede che gli highlights attirino l’attenzione e che risplendano in modo appariscente. Perciò dovresti utilizzare dei prodotti specifici per la cura dei capelli tinti. Lo shampoo Gliss Color Protect and Shine e il relativo balsamo, grazie ai filtri UV e alla formula antisbiadimento, mantengono la luminosità dei colpi di sole più a lungo. I capelli tinti, in particolare quelli schiariti, hanno bisogno di una particolare cura, per fare in modo che i capelli non si rompano. Ti consigliamo perciò di regalare alla tua chioma una ricca maschera una o due volte a settimana.

ANTI-SBIADIMENTO. FILTRO UVA/UVB. RADIOSITA’ VIBRANTE
PETTINABILITA’. ANTI-SBIADIMENTO. RADIOSITA’ VIBRANTE
Ricostruisce i legami tra le fibre capillari e sigilla i capelli Protezione a lunga durata*

Chunky highlights senza osare

Certo, non si può negare che questo look sia piuttosto audace. Se non hai la certezza di voler fare un cambiamento così radicale, puoi provare questo trend su delle ciocche sottostanti che poi puoi nascondere sotto la chioma. Così potrai scoprire se è il momento giusto per seguire il trend anni 90. Puoi anche provare altre simili tendenze come l’hair chalk ovvero i gessetti per capelli.

Scopri: