Donna con capelli biondi lunghi sfilati
Hairstyling | Tagli alla moda per donna

Capelli sfilati: quando è utile sfilare i capelli

 

I tagli e le acconciature sono talmente tanti e diversi che talvolta uno si confonde: quando si parla di taglio sfilato cosa si intende esattamente? E cosa distingue un taglio sfilato da uno scalato? Facciamo chiarezza su cosa si intenda per taglio di capelli sfilato e chi potrebbe trarre giovamento da questo procedimento.

 

Capelli sfilati e capelli scalati: qual è la differenza?

Spesso si crea confusione e si confondono concetti anche molto diversi, come quello del taglio sfilato e di quello invece scalato. Per intenderci, un taglio scalato, che gioca sulle diverse lunghezze dei capelli, sovrapponendo quindi diversi strati, ha lo scopo principale di dare volume. Chi sfila i capelli, invece, è mosso dall’esigenza opposta: quella di sfoltire, cioè togliere volume a una chioma troppo ingombrante. Le tecniche per sfilare, tuttavia, sono spesso molto aggressive, attraverso l’utilizzo di rasoi e forbici seghettate, per cui bisognerebbe fare attenzione, specialmente se i capelli sono rovinati.

Tagli di capelli sfilati: a chi si addicono di più?

Donna di spalle con capelli sfilati di colore castano che sfuma nel biondo
© Shutterstock

Come accennato, i tagli sfilati si adattano particolarmente a capelli lunghi, forti e molto voluminosi a cui si vuole sottrarre un po’ di “pesantezza”, dando movimento, ma allo stesso tempo evitando l’effetto di gonfiore che è l’inevitabile conseguenza dei tagli corti o scalati.

 

Lo sfilato va ripreso e bisogna sempre tenere conto del fatto che una volta che si sfilano i capelli, così come succede quando si scalano, raccogliere i capelli diventa senz’altro più complicato, perché le ciocche, di lunghezza non omogenea, tenderanno a “scappare dall’elastico” e andranno fissate una a una con delle forcine.

 

Detto questo, lo sfilato dà ovviamente il meglio di sé con colori e forme che accentuino il movimento: per quanto riguarda i colori, il balayage, ma anche il layage, sfumando in modo naturale, aggiungono vitalità ai capelli, valorizzando ulteriormente il movimento del taglio sfilato. Si consigliano anche i colpi di sole o sfumature più chiare, in modo da evidenziare l’effetto di leggerezza dei capelli sfilati, effetto che verrebbe invece celato con un colore scuro e compatto. Insomma, tra i colori, i compatti sono sconsigliabili, e tra essi, in particolare il nero.

 

Per quanto riguarda le forme del viso, lo sfilato si adatta benissimo ai visi allungati, ma anche a quelli tondi: attenzione però, perché, come lo scalato, tenderà a portare il maggior volume in alto. Infine, i capelli sfilati si abbinano in modo fantastico a una frangia.

Capelli sfilati: come prendersene cura

Come dicevamo, sfilare i capelli può avere un effetto debilitante sui tuoi capelli.

Perché quindi non cogliere l’occasione di coccolare un po’ capelli e cuoio capelluto? Una maschera per capelli sciupati potrebbe fare al caso tuo, magari potresti massaggiare il cuoio capelluto mentre la applichi, per trasformare il trattamento in un’oasi di relax! Oppure, se hai poco tempo, puoi anche optare per la maschera Gliss Supreme Repair.  

 

Tieni poi presente le altre consuete precauzioni: non utilizzare troppo spesso piastre e arricciacapelli, né l’asciugacapelli a temperature troppo elevate o a distanze troppo ravvicinate e ricordati di utilizzare una protezione calore qualora dovessi sottoporre per forza i tuoi capelli a temperature elevate. Una volta creata la tua acconciatura sfilata, ricordati di fissarla con la pasta modellante di Palette.

 

 

Nutrimento profondo per morbidezza setosa e affascinante lucentezza Già efficace dopo 1 minuto di applicazione
Scopri: